Discussione:
Il cubo di Giuliani finalmente sbugiardato [?][il metodo scientifico è una opinione?]
(troppo vecchio per rispondere)
L
2009-04-18 07:59:21 UTC
Permalink
http://cattaneo-lescienze.blogautore.espresso.repubblica.it/2009/04/17/terremoti-scienza-e-dita-incrociate/
Leggetevi bene anche i commenti, c'è uno che dice che nella migliore delle
ipotesi Giuliani è un dilettante allo sbaraglio magari anche in buona fede,
per me invece è un mitomane e un truffatore. Cmq ciò di cui si dovrebbe
parlare è se con una probabilità del 30% si doveva mettere in allarme la
zona e fare almeno una esercitazione generale. Su questo dovrebbe vertere il
dibattito, se possiamo cioè "alleviare" i problemi che saranno causati dal
prossimo terremoto
++
cit on
++

“Apre il prof. Gasparini [Paolo Gasparini, professore ordinario di
fisica terrestre dell’Università Federico II di Napoli]

[...]

Gasparini l’ha difeso dicendo che i raggi cosmici sono trascurabili per
queste misure, e lo strumento scherma ottimamente la radioattività
ambientale che è la principale fonte di rumore. Insomma, per Gasparini
strumento e misure valide, correlazione errata.
Domanda: perché non ha pubblicato i dati? Risposta: ci sta lavorando.
Suscita più di una perplessità quando afferma cha ha “visto” anche il
sisma di Sumatra del 2006 (di magnitudo 9,1).
Alla fine, però, la conclusione più amara l’ha fatta un professore.
Perché in presenza di sciame + la previsione probabilistica di cui sopra
+ radon, che comunque aumenta la probabilità di un evento, la PC non s’è
organizzata prima?”

++
cit off
++

Leggi gli articoli di cui dai il link?

Ora -nella scienza- c'è un solo metodo per sapere se qualcosa è
scientificamente fondato:

1) Chiedere il modello da verificare

2) Chiedere il protocollo di misura

3) Ripetere le misure con un altra equipe e verificare la atttendibilità
di quanto suppposto.

Quanto sopra NON E' STATO FATTO!

Ci si deve chiedere:

"Perché NON E' STATO FATTO?"

Perché sia HA PAURA che possa risultare vero.

Non vi sono altre ragioni.

Perché -ripetendo gli esperimenti e con le stesse strumentazioni-
sarebbe semplice (sotto la supervisione di accademici) verificare se
Giuliani dice delle cazzate.

Ma si ha paura per questioni _politiche_.

Cosa accadrebbe se Giuliani avesse avuto ragione? ..

..ovvero -con che probabilità- il metodo sia o non sia attendibile?

Succederebbe che le persone si domanderebbero:

"Perché dovevano morire gli studenti della casa dello studente
dell'Aquila?"

"Perché le persone che gli è crollata la casa in testa sono morte?"

La risposta sarebbe lapalissiana, poiché Giuliani è 10 anni che bussa a
tutte le porte ..

IGNAVIA

Come la tua che citi link per spandere fango senza leggere neanche ciò
che posti ..


Salute felicità,

L
Sergio Pomante
2009-04-18 08:07:56 UTC
Permalink
Post by L
[...]
Come la tua che citi link per spandere fango senza leggere neanche ciò
che posti ..
... e' tipico degli stupidi... e costui E' il padre della stupidita'...

... ahhh, giusto per... in California su ogni auto montano un rivelatore per
il radon!!! e se non ce l'hai ti fanno la multa!!!! in Giappone usano le stesse
metodologie di Giuliani, anzi, sono anche piu' grezzi e feroci... ed ottengono
risultati!!!

... pero' Giuliani e' un mitomane, ovvio!!!! ^__^

Ce lo dice il FIDO idiota di turno!

CIAO!
Claudio Bianchini
2009-04-19 02:32:05 UTC
Permalink
... e' tipico degli ingegneri acustici... e io sono il paladino degli
ingegneri acustici
E che non s'era capito?
... ahhh, giusto per... in California su ogni auto montano un rivelatore per
il radon!!!
In rete non si trova una straminchia di questa stracazzata
Sergio Pomante
2009-04-19 16:53:21 UTC
Permalink
Post by Claudio Bianchini
[...]
Post by Sergio Pomante
... ahhh, giusto per... in California su ogni auto montano un rivelatore
per il radon!!!
In rete non si trova una straminchia di questa stracazzata
In rete?? ... dovrebbe essere su di un articolo dell'unita'....

CIAO!
Claudio Bianchini
2009-04-19 02:28:59 UTC
Permalink
Post by L
http://cattaneo-lescienze.blogautore.espresso.repubblica.it/2009/04/17/terremoti-scienza-e-dita-incrociate/
Leggi gli articoli di cui dai il link?
Capperi se non li leggo!!!

(Quote) Domanda: perché non ha pubblicato i dati? Risposta: ci sta
lavorando. Suscita più di una perplessità quando afferma cha ha "visto"
anche il sisma di Sumatra del 2006 (di magnitudo 9,1).
La prima domanda che mi viene è questa: osservando in diretta (e non a
posteriori) le misure del radon di Sumatra con quell'unico o quei pochi
rivelatori in loco, Giuliani avrebbe detto che stava arrivando un sisma 9,1
a Banda Aceh o uno 4,5 all'Aquila?
Oppure, girando la questione: se non ci fosse stata una sequenza di eventi
precusori (lo sciame in corso da gennaio, che non è sempre presente, in caso
di sismi violenti) come avrebbe potuto lo strumento di Giuliani distinguere
tra un sisma di magnitudo 5,8 all'Aquila, uno 6,6 a Messina o uno 9,1 a
Sumatra
Post by L
Ora -nella scienza- c'è un solo metodo per sapere se qualcosa è
1) Chiedere il modello da verificare
Questo Guliani più o meno l'ha fatto, il suo cubo è un contatore Geiger che
analizza le particelle gamma. Niente di più, qualunque tecnico radiologo può
realizzare una simile frescaccia
Post by L
2) Chiedere il protocollo di misura
Dicesse come fa da L'Aquila ad analizzare una emissione di gas che sprigiona
dal fondo dell'Oceano Indiano...
Post by L
3) Ripetere le misure con un altra equipe e verificare la atttendibilità
di quanto suppposto.
Aspettiamo altri volonterosi mitomani adesso?
Post by L
Quanto sopra NON E' STATO FATTO!
"Perché NON E' STATO FATTO?"
Perchè, come spiegato nel link sopra, 'sta storia del radon va avanti dal 66
e ormai abbiamo abbastanza dati per poter affermare che il radon è un debole
precursore sismico, 45 anni di studi e ricerche non sono sufficienti per
avere una teoria sicura? Tutte le ricerche e gli sforzi dovrebbero vertere
sullo studio degli ultrasuoni sprigionati da un terremoto

http://www.topix.com/forum/news/earthquake/T57CPLLUBH1A6FUHJ
Post by L
Perché -ripetendo gli esperimenti e con le stesse strumentazioni-
sarebbe semplice (sotto la supervisione di accademici) verificare se
Giuliani dice delle cazzate.
Cioè le tue conoscenze scientifiche non ti sono sufficienti per affermare
che quando Giuliani dice di aver predetto lo tsunami di S.Stefano sta
sparando a palle incatenate?
Vend
2009-04-19 13:05:41 UTC
Permalink
Post by L
http://cattaneo-lescienze.blogautore.espresso.repubblica.it/2009/04/1...
Leggetevi bene anche i commenti, c'è uno che dice che nella migliore delle
ipotesi Giuliani è un dilettante allo sbaraglio magari anche in buona fede,
per me invece è un mitomane e un truffatore. Cmq ciò di cui si dovrebbe
parlare è se con una probabilità del 30% si doveva mettere in allarme la
zona e fare almeno una esercitazione generale. Su questo dovrebbe vertere il
dibattito, se possiamo cioè "alleviare" i problemi che saranno causati dal
prossimo terremoto
++
cit on
++
“Apre il prof. Gasparini [Paolo Gasparini, professore ordinario di
fisica terrestre dell’Università Federico II di Napoli]
[...]
Gasparini l’ha difeso dicendo che i raggi cosmici sono trascurabili per
queste misure, e lo strumento scherma ottimamente la radioattività
ambientale che è la principale fonte di rumore. Insomma, per Gasparini
strumento e misure valide, correlazione errata.
Domanda: perché non ha pubblicato i dati? Risposta: ci sta lavorando.
Suscita più di una perplessità quando afferma cha ha “visto” anche il
sisma di Sumatra del 2006 (di magnitudo 9,1).
Alla fine, però, la conclusione più amara l’ha fatta un professore.
Perché in presenza di sciame + la previsione probabilistica di cui sopra
+ radon, che comunque aumenta la probabilità di un evento, la PC non s’è
organizzata prima?”
++
cit off
++
Leggi gli articoli di cui dai il link?
Ora -nella scienza- c'è un solo metodo per sapere se qualcosa è
1) Chiedere il modello da verificare
2) Chiedere il protocollo di misura
3) Ripetere le misure con un altra equipe e verificare la atttendibilità
di quanto suppposto.
Quanto sopra NON E' STATO FATTO!
"Perché NON E' STATO FATTO?"
Perchè Giuliani non ha mai pubblicato i suoi risultati su una rivista
scientifica.
Post by L
Perché sia HA PAURA che possa risultare vero.
Non vi sono altre ragioni.
Perché -ripetendo gli esperimenti e con le stesse strumentazioni-
sarebbe semplice (sotto la supervisione di accademici) verificare se
Giuliani dice delle cazzate.
Ma si ha paura per questioni _politiche_.
Pubblichi i suoi risultati e ci penseranno anche gli scienziati
americani e giapponesi a verificare, o sono anche loro parte del
complotto scientista per nascondere al mondo che i terremoti si
possono prevedere?
Post by L
Cosa accadrebbe se Giuliani avesse avuto ragione? ..
..ovvero -con che probabilità- il metodo sia o non sia attendibile?
"Perché dovevano morire gli studenti della casa dello studente
dell'Aquila?"
Probabilmente perchè non era agibile.

Semmai queste polemiche su Giuliani hanno la funzione politica di
distogliere l'opinione pubblica dal problema vero: l'incapacità dello
stato di garantire ai cittadini qualunque minimo livello di sicurezza,
che si tratti di terremoti, monnezza, incidenti sul lavoro o
criminalità.
Post by L
"Perché le persone che gli è crollata la casa in testa sono morte?"
La risposta sarebbe lapalissiana, poiché Giuliani è 10 anni che bussa a
tutte le porte ..
Quali porte?
Ha mandato articoli a riviste scientifiche che lo hanno rifiutato in
quanto non laureato?
Sergio Pomante
2009-04-19 16:59:58 UTC
Permalink
Post by Vend
[...]
Perchè Giuliani non ha mai pubblicato i suoi risultati su una rivista
scientifica.
Secondo te... una rivista scientifica pubblica TUTTO quello che le capita tra
le mani???
Post by Vend
Post by L
Ma si ha paura per questioni _politiche_.
Pubblichi i suoi risultati e ci penseranno anche gli scienziati
americani e giapponesi a verificare, o sono anche loro parte del
... in diretta TV... i Russi hanno comunicato interesse per le ricerche di
Giuliani...
Post by Vend
complotto scientista per nascondere al mondo che i terremoti si
possono prevedere?
Solo gli sciocchi parlano di "complotto"... e coloro che hanno qualcosa da
nascondere... la Storia della Scienza, e dell'uomo, e' piena di esempi di questo
genere... non sono complotti, ma semplice idiozia umana!
Post by Vend
Post by L
[...]
"Perché dovevano morire gli studenti della casa dello studente
dell'Aquila?"
Probabilmente perchè non era agibile.
E perche' NESSUNO ha detto loro di uscire??
Post by Vend
Semmai queste polemiche su Giuliani hanno la funzione politica di
distogliere l'opinione pubblica dal problema vero: l'incapacità dello
stato di garantire ai cittadini qualunque minimo livello di sicurezza,
che si tratti di terremoti, monnezza, incidenti sul lavoro o
criminalità.
Non mi risulta AFFATTO che non si voglia risolvere anche quel problema...
Post by Vend
Post by L
"Perché le persone che gli è crollata la casa in testa sono morte?"
La risposta sarebbe lapalissiana, poiché Giuliani è 10 anni che bussa a
tutte le porte ..
Quali porte?
Le porte di coloro che si son salvati ... intanto...
Post by Vend
Ha mandato articoli a riviste scientifiche che lo hanno rifiutato in
quanto non laureato?
EGGIA'... perche' infatti un "lavoro" scientifico si giudica in base alla
laurea di chi l'ha scritto...

E' RISAPUTO... ci mancherebbe... cosa ce ne facciamo dei dati sperimentali??
tutta spazzatura!!!

Vale molto di piu' un "ipse dixit" ... del cialtrone di turno!!!!!

CIAO!
Vend
2009-04-19 18:34:13 UTC
Permalink
Post by Vend
[...]
Perchè Giuliani non ha mai pubblicato i suoi risultati su una rivista
scientifica.
  Secondo te... una rivista scientifica pubblica TUTTO quello che le capita tra
Ovviamente no, pubblica solo quello che ritiene possa essere
metodologicamente corretto.
Post by Vend
Post by L
Ma si ha paura per questioni _politiche_.
Pubblichi i suoi risultati e ci penseranno anche gli scienziati
americani e giapponesi a verificare, o sono anche loro parte del
  ... in diretta TV... i Russi hanno comunicato interesse per le ricerche di
Giuliani...
?
Post by Vend
complotto scientista per nascondere al mondo che i terremoti si
possono prevedere?
  Solo gli sciocchi parlano di "complotto"... e coloro che hanno qualcosa da
nascondere... la Storia della Scienza, e dell'uomo, e' piena di esempi di questo
genere... non sono complotti, ma semplice idiozia umana!
Fai un esempio.
Post by Vend
Post by L
[...]
"Perché dovevano morire gli studenti della casa dello studente
dell'Aquila?"
Probabilmente perchè non era agibile.
  E perche' NESSUNO ha detto loro di uscire??
Non essendo possibile prevedere quando uscire, nessuno avrebbe dovuto
trovarsi in edifici del genere.
Post by Vend
Semmai queste polemiche su Giuliani hanno la funzione politica di
distogliere l'opinione pubblica dal problema vero: l'incapacità dello
stato di garantire ai cittadini qualunque minimo livello di sicurezza,
che si tratti di terremoti, monnezza, incidenti sul lavoro o
criminalità.
  Non mi risulta AFFATTO che non si voglia risolvere anche quel problema...
Eppure l'effetto è quello.
Post by Vend
Post by L
"Perché le persone che gli è crollata la casa in testa sono morte?"
La risposta sarebbe lapalissiana, poiché Giuliani è 10 anni che bussa a
tutte le porte ..
Quali porte?
  Le porte di coloro che si son salvati ... intanto...
Qundi se da te domani bussa un tipo che ti dice di scappare di casa
perchè ha previsto che sta per arrivare un meteorite tu scappi?
Post by Vend
Ha mandato articoli a riviste scientifiche che lo hanno rifiutato in
quanto non laureato?
  EGGIA'... perche' infatti un "lavoro" scientifico si giudica in base alla
laurea di chi l'ha scritto...
  E' RISAPUTO... ci mancherebbe... cosa ce ne facciamo dei dati sperimentali??
tutta spazzatura!!!
  Vale molto di piu' un "ipse dixit" ... del cialtrone di turno!!!!!
Ma vivi al tempo di Galileo, assediato dagli aristotelici?
Sergio Pomante
2009-04-20 11:53:22 UTC
Permalink
Post by Vend
[...]
  Secondo te... una rivista scientifica pubblica TUTTO quello che le capita tra
Ovviamente no, pubblica solo quello che ritiene possa essere
metodologicamente corretto.
Ah certo... ci dobbiamo fidare ciecamente del LORO giudizio, vero??

Lo sai, spero, che con i "moderni" criteri di giudizio uno come Einstein non
pubblicherebbe nemmeno sul corriere dei piccoli??
Post by Vend
  ... in diretta TV... i Russi hanno comunicato interesse per le ricerche di
Giuliani...
?
A porta a porta... non l'hai visto??
Post by Vend
  Solo gli sciocchi parlano di "complotto"... e coloro che hanno qualcosa da
nascondere... la Storia della Scienza, e dell'uomo, e' piena di esempi di questo
genere... non sono complotti, ma semplice idiozia umana!
Fai un esempio.
Da Galileo ai giorni nostri??? non hai proprio voglia di fare un cazzo...
vedo... studia!!!

... la "filosofia della scienza" e' piena di buone intenzioni... MA, di fatto,
la Scienza e' fatta da persone con interessi di bottega... e di tasca!!!! prima
contano i proprii interessi... il "tengo famiglia"... POI tutto il resto!!!

... quando la tecnica si sostituisce alla Scienza... avviene questo ed altro!
Post by Vend
Post by Vend
Post by L
[...]
  Non mi risulta AFFATTO che non si voglia risolvere anche quel problema...
Eppure l'effetto è quello.
Per i disinformati... e per quelli che leggono giornali di regime... CERTO!
Post by Vend
Post by Vend
Post by L
"Perché le persone che gli è crollata la casa in testa sono morte?"
La risposta sarebbe lapalissiana, poiché Giuliani è 10 anni che bussa a
tutte le porte ..
Quali porte?
  Le porte di coloro che si son salvati ... intanto...
Qundi se da te domani bussa un tipo che ti dice di scappare di casa
perchè ha previsto che sta per arrivare un meteorite tu scappi?
NO! gli chiedo di farmelo vedere... e se intanto vedo nel cielo un sacco di
oggetti strani e di stelle cadenti mi cago un po' sotto!

E poi... scappare, DOVE??? Sulla Luna??
Post by Vend
Post by Vend
[...]
  Vale molto di piu' un "ipse dixit" ... del cialtrone di turno!!!!!
Ma vivi al tempo di Galileo, assediato dagli aristotelici?
IO NO... ma la Scienza si'... evidentemente hai ancora molta da imparare, di
come funziona il mondo attuale... e di come procede la Scienza ufficiale!!!!

CIAO!
Mauro P.
2009-04-22 22:13:37 UTC
Permalink
Post by Sergio Pomante
Post by Vend
[...]
Post by Sergio Pomante
Secondo te... una rivista scientifica pubblica TUTTO quello che le capita tra
Ovviamente no, pubblica solo quello che ritiene possa essere
metodologicamente corretto.
Ah certo... ci dobbiamo fidare ciecamente del LORO giudizio, vero??
Lo sai, spero, che con i "moderni" criteri di giudizio uno come Einstein non
pubblicherebbe nemmeno sul corriere dei piccoli??
Tipica affermazione di chi non ha mai pubblicato nemmeno una virgola su una
rivista scientifica; non solo, il discorso è anche tipico di chi non sa
nemmeno come funziona il "meccanismo": scrivo un lavoro, preoccupandomi (i)
di specificare tutte le procedure seguite e tutti i dettagli necessari a una
sua eventuale replica; (ii) mostro i risultati ottenuti nel modo più chiaro
possibile; (iii) interpreto i risultati: ogni affermazione deve seguire in
modo logico dai risultati che ho presentato, oppure da affermazioni o
risultati di altri, debitamente pubblicati seguendo la medesima procedura.
Scritto l'articolo, decido su quale rivista (tra le svariate decine di
riviste del settore) provare a pubblicare; identifico nella lista degli
"associate editors" un nome che potrebbe essermi noto (o meno): gli editor
non sono dei "pischelli" alle prime armi... di solito sono personaggi di
"chiara fama" nel settore in cui è specializzata la rivista. Invio il
manoscritto all'editore: costui lo riceve e lo legge e decide, sulla base
delle sue conoscenze, a quali referee (due o tre) inviare a propria volta
il manoscritto: i referee sono altri scienziati noti per aver già pubblicato
(non pochi lavori), proprio sullo stesso argomento trattato nel manoscritto,
o su qualcosa di strettamente affine. I referee controllano, tra l'altro,
(i) la consistenza e la correttezza delle procedure seguite, per come sono
descritte; (ii) la consistenza dei dati (per esempio: rapporti
segnale/rumore, accuratezza e precisione dei dati presentati in relazione ai
metodi e le tecniche di misura descritte) e (iii) la rispondenza logica e la
connessione causale tra le interpretazioni fornite e i dati medesimi. I
referee inviano quindi un report all'editor, eventualmente suggerendo
piccole modifiche, oppure chiedendo di ridiscutere questo o quell'aspetto
non particolarmente chiaro, alla luce di quanto riportato dall'autore,
oppure ancora di rifare dei calcoli o delle misurazioni. Nei casi "peggiori"
propongono la bocciatura del lavoro. Il giudizio dei referee non dipende
dalla rispondenza dei dati e delle interpretazioni presentate nel lavoro:
queste possono anche essere molto difformi dal'opinione dei referee;
tuttavia, se i dati sono chiari e presentati in modo logico, il referee non
ha nulla da "ridire", se non chiedere che vengano almeno citati i lavori che
concludono l'opposto di quanto sostenuto dall'autore. Il report dei referee
viene inviato all'autore dall'editor. In caso di giudizio negativo o
parzialmente negativo, l'autore ha possibilità di replica, se ritiene di
aver ragione, e può scrivere all'editor, spiegando perchè, a suo parere, i
referee hanno torto... in questi casi, l'editor può decidere di mandare il
manoscritto a un ulteriore referee, oppure accettare le repliche dell'autore
e mandare alla stampa il manoscritto, oppure ancora invitando l'autore a
rivedere la propria posizione, correggendo secondo le indicazioni dei
referee (se a loro giudizio il lavoro era almeno "emendabile"). L'autore può
naturalmente ritirare il manoscritto e inviarlo a un'altra rivista: altri
editor, altri referee... Si sa benissimo che esistono riviste su cui è più
facile pubblicare rispetto ad altre: editor e referee più "accomodanti" nei
confronti di procedure, dati e interpretazioni non troppo "rigorose"...

Io sono stato autore e referee numerossime volte. Come autore non ho mai
avuto particolari problemi a far valere le mie ragioni, presso l'editor, in
quei pochi casi in cui il giudizio di uno dei referee era ingiustamente
negativo.

In definitiva, se Giuliani ha qualcosa di "serio" da dire, lasci stare le
conferenze stampa, Porta a Porta o AnnoZero; lasci pure perdere quei russi
interessati via "TV", e scriva un articolo scientifico degno di questo nome.
La questione del presunto "ostracismo" da parte della comunità scientifica,
che avrebbe paura di sapere o di scoprire, o mossa da oscuri interessi
politici, pseudo-politici o/e economici non è che una delle tante
super-mega-stronzate pensate e messe in giro da sfaccendati fantasisti, che
solitamente non hanno la più pallida cognizione di cosa sia la scienza e di
come operi.

La questione di Einstein che non avrebbe mai potuto pubblicare secondo i
criteri di oggi è ovviamente una stupidaggine... si rende conto, chi l'ha
scritta, di cosa si pubblica oggi di ben più eretico rispetto alla
relatività? Basta sfogliare una rivista di cosmologia... infiniti universi
paralleli immersi in spazi a un numero incredibile di dimensioni, materia
oscura...

Ciao,
Mauro
Sergio Pomante
2009-04-22 23:33:42 UTC
Permalink
[ mare magnum di idiozie che io so meglio di te]
... figliolo bello... evita... EVITA di fare affermazioni "discutibili" su
persone che non conosci... evita, perche' te ne potresti pentire... a livello
puramente intellettivo, ci mancherebbe!
In definitiva, se Giuliani ha qualcosa di "serio" da dire, lasci stare le
conferenze stampa, Porta a Porta o AnnoZero; lasci pure perdere quei russi
interessati via "TV", e scriva un articolo scientifico degno di questo nome.
LO HA FATTO!!!!!

E gli hanno risposto: "visto che i terremoti non si possono prevedere (ipse
dixit) quello che lei ha da farci vedere a noi non interessa"...

Potrai dire che non e' vero... MA questo e' quello che gli hanno risposto!

Come rispondi tu alla loro obiezione???
La questione del presunto "ostracismo" da parte della comunità scientifica,
che avrebbe paura di sapere o di scoprire, o mossa da oscuri interessi
politici, pseudo-politici o/e economici non è che una delle tante
super-mega-stronzate pensate e messe in giro da sfaccendati fantasisti, che
Ma certo... infatti...
solitamente non hanno la più pallida cognizione di cosa sia la scienza e di
come operi.
E come no... diccelo tu!!!!! ^__^

No guarda, non serve!
La questione di Einstein che non avrebbe mai potuto pubblicare secondo i
criteri di oggi è ovviamente una stupidaggine... si rende conto, chi l'ha
ECCO! hai appena dimostrato di non capire un cazzo!

Non lo dico io... LO DICONO TUTTI... che un articolo privo di BIBLIOGRAFIA e/o
di collegamento con altri lavori... e, come se non bastasse, di un benche'
minimo riscontro con FATTI sperimentali... NON AVREBBE ALCUNA SPERANZA DI ESSERE
PUBBLICATO!

Informati... visto che CREDI di saperla tanto lunga!
scritta, di cosa si pubblica oggi di ben più eretico rispetto alla
relatività?
Non c'entra una ceppa!!!!!
Basta sfogliare una rivista di cosmologia... infiniti universi
paralleli immersi in spazi a un numero incredibile di dimensioni, materia
oscura...
OOOHHHH... e perche' esistono quegli articoli???

Te lo dico io... perche' ESISTE da qualche parte un qualche modello matematico
che supporta quell'articolo... che poi si collega ad altri scritti sullo stesso
argomento... ecc...ecc... ed i referee di quel genere di articoli sono altri che
hanno scritto e/o scriveranno articoli del genere!!!

Nessuno ha interesse a non far passare questa "linea" scientifica... che NON
HA ALCUN RISCONTRO CON LA REALTA' e con un benche' minimo esperimento,
ripetibile o meno che sia!

... insomma, parli parli... ma poi alla fine DIMOSTRI di non sapere di cosa
parli... OPPURE di essere in malafede...

Spero per te che tu sia in malafede... perche' altrimenti vorrebbe dire che
sei un tantinello stupidello.

CIAO!

Continua a leggere su narkive:
Loading...